L’iter burocratico

campionamento di suolo da trincea
campionamento geologico
Campionamento da un carotaggio geologico

Prendiamo ad esempio un caso tra i primi successoci (2001). Quando si parla di indagine ambientale preliminare si intende che si vuole prendere una  “fotografia” della situazione. In quel caso, un capannone vuoto in disuso che si voleva riutilizzare per il trattamento di rifiuti liquidi e solidi. La domanda era sapere come fosse il suolo in quel momento, prima dell’inizio dell’attività, per poi aver un modo di controllare con riferimento temporale la situazione ambientale durante la nuova attività.

Mediante un carotaggio con trapano carotatore in dotazione presso la foldtani.it, abbiamo potuto analizzare la composizione del suolo in diversi punti dell’area sotto il capannone inviando i campioni da noi ottenuti ad un laboratorio specializzato. Questa operazione si chiama piano di  caratterizzazione di un sito e sottostà a precise normative di legge (piu esattamente il D.M.n.471/1999). E’ il primo passo per eventuali lavori di bonifica e messa in sicurezza del sito. In caso di bonifica, si passa all’iter  per  un progetto di bonifica secondo il D.Lgs. n.152/2006.

le indagini ambientali possono quindi avvalersi di varie tecniche esplorative riguardanti sia l’ambiente superficiale in sé,  sia  il sottosuolo, sia le acque sotterranee e comprendono ad esempio, per intenderci, foto aeree,  carotaggi, trincee esplorative, realizzazione di piezometri.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.